#puntidivista

Per sentirci almeno un po’ più vicini, abbiamo pensato di raccogliere i nostri e i vostri “Punti di Vista”. E siccome è proprio il racconto corale a sembrarci l’unico modo appropriato per narrare tutta questa storia, qui troverete qualche parola su come stiamo lavorando e su quel che stiamo imparando in questi giorni senza la pretesa di sapere qual è la verità, ma senza mai arrenderci e continuando a cercarla insieme, parola dopo parola.

Punti di vista

Social

I nostri clienti

Aziende e istituzioni che innovano

In Mirandola Comunicazione si realizza la perfetta adesione alle promesse della vita digitale. Un luogo reale e virtuale per occuparsi al meglio di ciò che più si ama fare: le pubbliche relazioni e l’ufficio stampa per conto di grandi realtà aziendali e istituzionali. Unica bussola le nostre passioni.
I settori in cui ci muoviamo diventano vere e proprie missioni di comunicazione. In tal senso la nostra filosofia prevede la comunicazione di scenari, best player e casi più notiziabili.

Rimaniamo Umani

“Noi, da sempre abituati a usare le parole, oggi più che mai cerchiamo di dar peso ad ogni lemma, a ogni email e a ogni telefonata. Stiamo attenti a ciò che comunichiamo, a come lo facciamo e a chi ci rivolgiamo. Perché proprio in questo momento noi comunicatori siamo chiamati a essere quegli strani viaggiatori che sanno orientarsi nella terra di mezzo che divide i giornalisti dalle realtà imprenditoriali.” (Laura)

“Che se cade un pezzo di Paese cadiamo tutti. Che un piccolo gesto di altruismo, in tempi terribili come questi, può fare una differenza enorme. E non perché può cambiare le cose, quelle chissà quanto tempo ci vorrà per cambiarle, ma per darci un briciolo di speranza. Per sapere che non siamo mai soli. La collaborazione deve prendere il posto della competizione, l’aggressione deve diventare compassione, la speranza deve sostituire la paura. Rimaniano Umani.” (Marisandra)

“Non bisogna inseguire ma studiare, raccogliere, consolidare per essere pronti ad “esserci” quando arriverà il momento. Noi tutti – aziende, comunicatori, consumatori – abbiamo il diritto e il dovere di prenderci il tempo per conoscere, comprendere e restituire, con integrità, la storia che stiamo vivendo. Senza allarmismi e senza strilli. Lo dobbiamo fare per noi stessi.” (Paola)

“Oggi non ci resta che ascoltare, stare nel dovuto e rispettoso silenzio, ma al contempo prepararci alle nuove sfide di domani, quando saremo finalmente fuori dal tunnel e dovremo ricalibrare le nostre energie e le nostre aziende in un mondo nuovo e ancora tutto da scoprire.” (Simona)

“Tutti dicono più o meno le stesse cose e l’informazione si è ingolfata. Sentiamo l’urgenza di raccontarci, ma dobbiamo sforzarci di analizzare lo scenario in modo più oggettivo possibile, cercando di uscire dai nostri panni e mettendoci in quelli del prossimo, che sia un giornalista, un cittadino o, perché no, un concorrente.” (Marta)

“Questo è il momento di cambiare paradigma e di applicare un nuovo tipo di comunicazione, una comunicazione che possa aiutarvi a superare l’emergenza, risparmiare energie e farvi trovare pronti per affrontare il nuovo mondo che nascerà.” (Francesco)

“Questa è l’ora in cui un cliente deve rielaborare la sua vision, in cui si prepara a una “trasformazione digitale” e prepara iniziative per rispondere ai nuovi bisogni degli utenti, preservando budget ed economie.”  (Marco)